Ad ogni orario una foto

Tra i vari elementi che vanno a costituire la foto uno degli aspetti da non sottovalutare è l’orario in cui si va ad effettuare lo scatto. A seconda di quando si va a fotografare nell’arco della giornata si otterrà un risultato ovviamente differente. Sta al fotografo gestire di conseguenza gli scatti o le location a seconda di cosa intende realizzare.

ALBA

Esiste un unico e solo problema di fare foto all’alba: la sveglia. A meno che tu non sia una persona mattiniera andare a scattare alle 7 circa in inverno o addirittura alle 6 se non prima nel periodo estivo non è una cosa da poco. Compromesso più che accettabile dato ciò che secondo me può donare. In primis, a meno che non si viva in una città caotica ed estremamente movimentata, si riesce ad ammirare e fotografare in completa tranquillità la scena senza che ci siano passanti indesiderati o vie ricolme di vetture. In secondo luogo ritengo che la luce giochi un ruolo decisivo. Morbida e delicata come quella del tramonto ma senza un’extra saturazione data da una minor ionizzazione dell’aria, quindi un minor assorbimento dei raggi solari da parte dell’atmosfera.Sfruttabile a mio parere per foto come riflessi su vetrate, scorci nascosti che filtrano i raggi solari o per dimostrare la città mentre ancora dorme.

MATTINO E POMERIGGIO


Con un’angolazione del sole che va dai 15/20 gradi fino ad una settantina le ombre risultano essere medio-morbide e la luce non essendo né particolarmente calda né particolarmente fredda restituisce agli oggetti e alle cose il loro vero colore. Orario per me perfetto per fare degli scatti paesaggistici in quanto si riesce a dare maggior profondità alla foto senza però andare a cambiare il suo colore naturale. Ideale è anche per street photography. Si riesce a variare tranquillamente sia tempi che apertura senza dover per forza incappare in parti bruciate o sottoesposte facilitando quindi la variazione del bokeh dello sfondo piuttosto che la cristallizzazione del momento.

MEZZOGIORNO

Il momento più sconsigliato da chiunque è quasi sicuramente quando i raggi solari cadono perpendicolari al suolo. Evitato da molti per via della durezza della luce sulle cose creando ombre che puntano alla loro base. Sfruttabile a mio avviso per la creazione di foto dove il contrasto è un’elemento fondamentale. Esempio è per il bianco e nero, aggiustando l’esposizione in modo da valorizzare le parti in ombra piuttosto che quelle illuminate si riescono ad ottenere delle foto da grande impatto visivo.

TRAMONTO


A differenza di quello scritto prima per l’alba le luci particolarmente calde del tramonto riflettono serenità e pace agli occhi dell’osservatore. Quante infatti le foto in riva al mare o del sole che scompare dietro le montagne capaci di risollevarti dopo una giornata stancante. Molto sfruttabile però come orario anche per foto a monumenti o a zone urbane. I toni arancioni che si riflettono delicatamente sulle facciate della città a mio avviso permettono di ammirare tutto con uno sguardo diverso. Ottimo è anche il risultato per i ritratti nella quale l’incarnato va ad ammorbidirsi e a prendere una tonalità unica.

BLUE HOUR


Le blue hour sono quel piccolo lasso di tempo che precede l’alba o che succede il tramonto. Le ombre solari quasi inesistenti permettono di giocare con la luce artificiale che ci circonda o che noi decidiamo di usare come meglio ci pare senza dover alzare di troppo gli iso o abbassando i tempi, mantenendo la foto pulita e senza rumore. Un chiaro esempio di questo stile è Brandon Woelfel.


NOTTE

Di certo un orario che limita la possibilità di foto che si riescono a realizzare. Qui infatti entra in gioco il tempo di scatto. Aumentandolo, facendo quindi entrare la luce per più tempo nel sensore si riescono ad ottenere degli effetti fantastici se saputi sfruttare. Oltre a riuscire a scattare le stelle, sempre che l’inquinamento luminoso lo permetta, si riescono a creare fasci di luce.Basta piazzare il cavalletto ai bordi di una strada così da vedere i fanali delle macchine creare una scia unica oppure con una piccola fonte luminosa, anche il flash del telefono, si possono ottenere dei disegni o qualsiasi cosa la nostra immaginazione ci permetta di creare.

La vera limitazione non è ciò che ci circonda ma è la nostra fantasia.

Una risposta a "Ad ogni orario una foto"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: